Come educare il gatto a stare in casa

I gatti, a differenza dei cani, sono animali piuttosto indipendenti ed educarli risulta più difficile. Anche se a prima vista i gatti possono sembrare più “freddi” dei cani, chi li conosce sa benissimo che sono animali molto affettuosi e teneri e che ci restituiscono tutto l’affetto che gli diamo: per questo parlare con loro al momento giusto può essere molto utile nella loro educazione e può essere un ottimo inizio per instaurare un ottimo rapporto.

Ma quali possono essere i metodi per poter educare il nostro gatto?

  1. Addestrarlo ad usare la lettiera: La cosa migliore è collocare la lettiera in un luogo tranquillo, senza troppi rumori intorno. Un consiglio è mettere il gatto sulla lettiera subito dopo i pasti, è utile farlo anche subito dopo che si è svegliato oppure che ha giocato, in questo modo si ricorderà che può fare i bisogni in ogni momento. Dopo che ha usato la lettiera, dagli una piccola ricompensa come uno snack o un biscotto, lo aiuterà a capire che quello che fa, è giusto!
  2. Fargli smettere di mordere: Se il tuo gatto, soprattutto mentre gioca, tira fuori spesso gli artigli o morde, reagisci smettendo subito di giocare. Prova poi a giocare in modo diverso, perché è possibile che il gatto giocando vivacemente, sia entrato in modalità “caccia”. Una buona idea è di farlo giocare con un giocatolo. 
  3. Fargli smettere di graffiare i mobili: La prima cosa da fare, è quella di comprare un tiragraffi: se il gatto graffia spesso le cose, è probabile che abbia bisogno di affilarsi le unghie oppure vuole marchiare gli oggetti col suo odore. Se trovi il gatto a graffiare qualcosa, interrompilo con un rumore improvviso e conducilo subito verso il tiragraffi, in questo modo capirà che alcune cose non può graffiarle.
  4. Addestrarlo a non salire sui tavoli: Per risolvere questo problema, è utile togliere il cibo a vista. Un metodo per allontanare il gatto da questi luoghi, è spruzzare del succo di limone oppure del profumo alla menta: i gatti non amano questi odori, e può essere un metodo per tenerli lontani. In questo modo il gatto assocerà il tavolo all’odore sgradevole.
  5. Insegnargli i comandi: Utilizza premi appetitosi di cibo naturale per gatti. Ogni volta che obbedisce, dagli del cibo gustoso, come l’erba gatta o del tonno.

Il segreto per addestrare un gatto, è rispettarlo! Non bisogna costringerli mai ad obbedire se loro non vogliono. Impara a conoscere il tuo gatto in base al suo carattere. La regola fondamentale per educare il gatto è anche…amore! Ogni volta che obbedisce non dimenticatevi mai di accarezzarlo e coccolarlo. Anche se sono diversi dai cani, non vuol dire che non abbiano bisogno di affetto.

Quindi largo alle coccole!

2018-04-13T23:28:31+00:00 aprile 13th, 2018|